SANITà

Ospedale di Merano: medicina complementare, Thuile fa retromarcia

Il medico rinuncia alla proposta per incarico annuale da 60 mila euro. Pechlaner, direttrice dell'Azienda sanitaria comprensoriale: "Garantita la continuita di servizio"

Il comprensorio sanitario di Merano è costretto a fare mancia indietro sull'incarico di consulenza assegnato appena una settimana fa al dottor Christian Thuile, ex primario del reparto di medicina complementare dell'ospedale Tappeiner. A tre mesi dalle dimissioni del dottore che nel 2009 in un clima non del tutto favorevole aveva inaugurato e avviato il reparto, una settimana fa l'Asl aveva emesso una delibera con la quale venivano fissati i termini di un accordo di collaborazione e consulenza ponte, in attesa di trovare e avviare il nuovo primario, suo sostituto. Un anno di incarico, niente rapporti con i pazienti, ma sostegno nella gestione del reparto e nel passaggio, il tutto con un compenso massimo di 60 mila euro.

Una settimana dopo è arrivata però la doccia fredda. Il dottor Christian Thuile, che nel frattempo ha preso servizio al Medical center Quellenhof di San Martino in Passiria, ieri non rintracciabile in valle, ha deciso di non accettare la proposta. "Tre mesi fa, pochi giorni prima della fine della collaborazione con noi - ha detto ieri la direttrice del comprensorio sanitario Irene Pechlaner - ci eravamo lasciati con questo accordo abbozzato. Dopo i vari passaggi interni alla nostra amministrazione una settimana fa abbiamo ufficializzato con una delibera l'incarico. In questi tre mesi non potevamo sapere che il dottor Thuile avesse cambiato idea".

Il nuovo incarico in val Passiria, ma questa è solo una ipotesi, potrebbe aver assorbito a tal punto il tempo dell'esperto di medicina complementare, da non lasciargli tempo per continuare ad accompagnare il reparto ospedaliero. "L'equipe che in questi anni ha costruito il dottor Thuile - continua Pechlaner - e che lo ha accompagnato è tutta al suo posto e continuerà l'ottimo lavoro svolto fino a oggi. L'incarico di coordinamento è stato affidato alla dottoressa Elfriede Daniel. I nostri assistiti possono stare tranquilli, la continuità è garantita".

Il reparto di medicina complementare dell'ospedale Tappeiner è una struttura che nei primi quattro mesi di quest'anno è stata capace di fornire 5.677 prestazioni seguendo quasi 2.400 pazienti con una media di trenta al giorno. Il reparto in questi anni ha dimostrato la sua importanza soprattutto lavorando al fianco di persone che seguono pesanti cure oncologiche per combattere le varie forme di tumore. Nei prossimi mesi la direzione

comprensoriale si è anche impegnata a completare l'organico del reparto, oggi integrato con la presenza di alcuni medici contrattisti. Resta ovviamente anche l'impegno di trovare quanto prima un nuovo primario a cui affidare il reparto oggi rimasto orfano del dottor Christian Thuile.

TrovaRistorante

a Bolzano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PROMOZIONI PER GLI AUTORI, NOVITA' ESTATE 2017

Stampare un libro, ecco come risparmiare