Donna trovata morta, ordinata l’autopsia

I carabinieri stanno cercando di ricostruire quanto avvenuto nell’appartamento di Oltrisarco la sera di Pasqua

BOLZANO. Non è stata ancora stabilita la causa esatta che ha portato al decesso la donna di 56 anni trovata priva di vita all’interno della sua abitazione in via Claudia Augusta. L’appartamento è stato posto sotto sequestro su disposizione della magistratura. La vittima è stata trovata riversa sul corridoio di casa la sera di Pasqua. La Procura ha disposto l’autopsia e questa mattina è previsto il conferimento dell’incarico all’anatomopatologo Guido Mazzoleni dell’ospedale di Bolzano. La vicenda è tutt’altro che chiara e gli inquirenti hanno deciso ovviamente di non lasciare nulla di intentato per ricostruire nel dettaglio le ultime ore di vita della vittima.

Le indagini sono affidate ai carabinieri intervenuti nell’appartamento del dramma domenica sera.

I primi riscontri necroscopici avrebbero appurato i segni di almeno un forte trauma alla testa che la vittima, però, potrebbe essersi procurata cadendo pesantemente a terra sul corridoio senza avere il tempo e la forza di tentare di ripararsi dall’urto. Ma gli inquirenti non sembrano convinti che solo quel trauma possa aver portato al dramma. Di qui la decisione della Procura di disporre l’autopsia. Nel frattempo però i carabinieri stanno completando la verifica delle dichiarazioni di alcuni testimoni, tra cui il nipote della donna che ha dato l’allarme dopo aver trovato la donna in casa ormai priva di vita. Che in famiglia non ci fosse armonia è un fatto che sembra ormai appurato.

I vicini avrebbero più volte sentito la donna litigare con il marito. Sembra che l’uomo, a seguito di condizioni fisiche tutt’altro che buone, la sera di Pasqua fosse in casa ma non si fosse neppure accorto che la moglie era caduta in casa rimanendo esanime sul corridoio dell’appartamento. Ma se la Procura ha aperto l’inchiesta e ha deciso di disporre l’autopsia (con contestuale sequestro dell’appartamento) significa che qualcosa non torna probabilmente anche nella ricostruzione di quanto possa essere accaduto la sera di Pasqua nell’abitazione.

Già in passato i vicini di casa avevano notato giungere mezzi di soccorso e non erano mancate le segnalazioni

di furibonde litigate nel menage familiare. Ora il sospetto è che la donna trovata priva di vita possa essere stata spinta nel corso di un diverbio. La malcapitata potrebbe aver perso malamente l’equilibrio anche per le sue condizioni fisiche debilitate.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Bolzano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

SPEDIZIONI FREE

Stampare un libro, ecco come risparmiare