Quotidiani locali

Il presidente in Alto Adige, da Roma segnali di pace

Oggi a Merano la consegna delle onorificenze Napolitano e Fischer. Intanto il governo convoca la Provincia per discutere di spending review

BOLZANO. Segnali di distensione da parte di Roma, ieri, alla vigilia dell’incontro di stamane fra il presidente Napolitano, l’omologo austriaco Fischer e il governatore Durnwalder: dal governo è arrivato l’invito ufficiale ai tecnici provinciali altoatesini e trentini.

Lunedì prossimo, 10 settembre, sono stati convocati alle ore 17 a Roma per discutere della compartecipazione delle Province autonome al risanamento delle finanze pubbliche. Si tratterà di un incontro tecnico, cui non parteciperanno rappresentanti politici, e non si affronterà soltanto la spending review. L’impressione degli osservatori politici, però, è che in concomitanza con la visita del capo dello Stato si sia voluto lanciare un segnale di distensione a Bolzano e Trento.

La visita. Stamane il presidente della repubblica Giorgio Napolitano e il presidente austriaco Heinz Fischer riceveranno l’onorificenza del Grand’ordine di Merito della Provincia autonoma di Bolzano, in occasione del quarantennale del secondo statuto di autonoma e del ventennale della chiusura della vertenza fra Italia e Austria. La cerimonia, che si terrà in mattinanta al Kursaal di Merano, coincide con la data - 66 anni fa - della firma dell’accordo di Parigi fra De Gasperi e Gruber.

La vigilia. Proveniente dal Tirolo dell'Est, il capo dello Stato austriaco Heinz Fischer è giunto ieri in serata all’aeroporto di Bolzano con la consorte Margit, a bordo di un elicottero dell’esercito d’Oltrebrennero.

Il presidente Durnwalder ha dato loro il benvenuto in Alto Adige e ha rinnovato il suo grazie a Fischer, «che, assieme a Napolitano, ha accolto l'invito della giunta e ha deciso di partecipare personalmente alla cerimonia di Merano». Il presidente Fischer ha pernottato a Merano, mentre in serata si è tenuta una cena riservata con il presidente Durnwalder e alcuni assessori provinciali.

La cerimonia. Il presidente Giorgio Napolitano è atteso stamane alle ore 10 all'aeroporto di Bolzano, da dove proseguirà alla volta del Kurhaus di Merano: alle 11 lo attende il colloquio bilaterale con Fischer, alle 11.30 al Kursaal la cerimonia di conferimento del Grande ordine di merito della Provincia. Al termine della cerimonia si terrà infine una colazione ufficiale per una cinquantina di invitati.

Ulteriori distensioni. In segno di apprezzamento per i segnali giunti da Roma, ieri è voluta intervenire anche la Svp. «Il rapporto attualmente teso con il governo italiano non costituisce un motivo valido, in tempi di crisi, per abbandonare l’autonomia». Lo ha affermato il segretario della Volkspartei, Richard Theiner, in occasione delle celebrazioni di stamane dedicate all’autonomia altoatesina.

«La strada intrapresa in seguito all’accordo De Gasperi-Gruber, siglato il 5 settembre 1946, ha portato stabilità al nostro Paese» ha detto il segretario della Stella Alpina. L’esponente Svp ha anche detto che l’entrata in vigore del secondo Statuto di Autonomia del 1972 e della quietanza liberatoria del 1992 sono «due pietre miliari dell’autonomia dell’Alto Adige».

La partenza. Al termine della cerimonia e del successivo pranzo, oggi pomeriggio Napolitano si recherà a Venezia dove, nella mattinata di domani, visiterà la biennale di Architettura.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Trova Cinema

Tutti i cinema »

TrovaRistorante

a Bolzano Tutti i ristoranti »

In edicola

Sfoglia Alto Adige
su tutti i tuoi
schermi digitali. 2 mesi a soli 14,99€

ATTIVA Prima Pagina
ilmiolibro

Scarica e leggi gli ebook gratis e crea il tuo.